TURISMO

TURISMO TUTTO L’ANNO , IL NUOVO FASCINO DELLA TOSCANA

Quanto espresso nei capitoli precedenti del programma prende forma generale in una nuova immagine della Toscana, la quale ritroverebbe la nobile identità che in passato l’aveva resa faro di civiltà per il mondo intero: questa splendida regione fu la prima infatti, secoli fa, ad abolire la pena di morte, e potrebbe essere tra le prime amministrazioni al mondo, adesso, a legiferare in favore della fauna selvatica, contro ogni crudeltà verso gli animali, contro gli allevamenti intensivi e contro ogni tipo di inquinamento del suolo, dell’acqua e dell’aria.

Un esempio concreto, in questo senso, è il Costa Rica (la “Svizzera d’America”): un paese autonomo energicamente grazie a fonti di energia verde, totalmente plastic-free, che nel 2021 si libererà dai combustibili fossili abbattendo completamente le emissioni di Co2, in cui un terzo del territorio è area protetta grazie a enormi incentivi alle campagne di riforestazione, che ha potenziato il welfare e i processi di partecipazione democratica e ha vietato la caccia sportiva e ricreativa. Il risultato? Il Costa Rica è tra i maggiori paesi al mondo per eco-turismo, una fetta sempre più importante e altamente qualitativa dei flussi turistici.

Noi proponiamo il miglior futuro possibile per la nostra regione: una Toscana cruelty-free, green, carbon-neutral e plastic-free, pioniera nelle legislazioni di stampo ambientalista e animalista.
Questa nuova immagine, supportata da una campagna pubblicitaria massiva per diffonderne la percezione, ne aumenterà il fascino e le attrattive turistiche stabilendola tra le mete con maggior fascino naturale a livello mondiale.
Fino a oggi la Toscana è stata famosa per la conformazione geografica e per il patrimonio storico, culturale e architettonico lasciatoci in eredità dagli uomini che furono; da domani potrebbe esserlo anche per motivi etici, un’attrattiva sempre più forte per una sempre più vasta percentuale di persone consapevoli.

Rispettare l’ambiente non è solo giusto a priori, ma paga moltissimo, sotto tutti i punti di vista.
Diminuendo o addirittura abolendo l’attività venatoria nei nostri boschi sarà possibile offrire le bellezze naturali ogni mese e avere turismo tutto l’anno, le persone potranno alloggiare negli agriturismi e godersi l’autunno senza essere svegliate dagli spari e senza il timore di passeggiare tra i colori rugginosi e unici delle nostre campagne, liberate dai veleni e finalmente sane.

La Toscana sarà l’unica regione in Italia e in Europa a offrire una cosa simile, e la costituzione di nuovi e diffusi parchi protetti diverrà uno dei fiori all’occhiello della regione, garantendo a ogni visitatore, così come a ogni residente, di poter trovare facilmente aree verdi incontaminate e piene di vita da condividere coi propri cari.
Una volta avviata questa rivoluzione, le possibilità economiche saranno incalcolabili.